Gli Spaparanzi sono amatissimi da una bambina che chiamano LEI. Gli altri inquilini invece li detestano e li cacciano dal cortile, nonostante il rischio che cadano nelle grinfie dei pericolosi accalappiagatti CatBuster.
LEI cerca i suoi gatti ovunque finché un giorno sull’autobus non intravede una di loro. La segue, le parla e le due arrivano insieme al fiume.
Qui, in un punto nascosto da giunchi e canne, i gatti hanno trovato riparo su una barca abbandonata e mezzo affondata. E hanno cambiato nome per far perdere ai CatBuster le loro tracce.
La bambina, felice, è decisa a tornare a trovarli, ma una tremenda tempesta la fa ammalare.
Appena guarita si preoccupa: che fine avranno fatto i mici? La barca sarà affondata?
Grande sorpresa: sul fiume dondola una barca fantastica, color arcobaleno. I mici raccontano: durante la tempesta canne e giunchi si erano curvati e intrecciati tra loro per proteggere la barca, e sul fiume erano arrivate, trascinate dalla corrente, due casse da falegname con attrezzi e vernici.
I mici si erano messi d’impegno e altro che Spaparanzi: si erano rivelati dei vivacissimi Fantastimici!

Fantastimici-1-cover-prospettiva

 

Li chiamano Spaparanzi perché se ne stanno
spaparanzati tutto il giorno a non fare niente.
Eppure, ci credereste?
Basta un’avventurosa tempesta sul fiume
per trasformarli in sette meravigliosi Fantastimici.

_Fantastimici-1-Interno-aperto-b

 

progetto e testi
Laura Magniha scritto per bambini e ragazzi libri editi da Carthusia, La Coccinella, Piccoli, AMZ, De Agostini Ragazzi, oltre a sceneggiature e a progetti multimediali.
Ha vinto due premi Andersen.
Ha pubblicato alcuni di questi lavori – tra cui piccoli libri pop-up, due libri-teatrino
(Il teatrino delle fiabe e Il teatrino di Natale) e la raccolta di Storie della buonanotte al grande albero, tradotta in molte lingue – insieme a Giulia Orecchia.

illustrazioni
Giulia Orecchialavora dal 1980 come illustratrice e autrice, prevalentemente per l’infanzia.
Ha illustrato testi di grandi autori (Italo Calvino, Gianni Rodari, Andrea Camilleri, David Grossman, Bruno Tognolini, Giusi Quarenghi e ovviamente Laura Magni), copertine, poesie.
Ha progettato giochi, libri-gioco e pop-up. Ha vinto tre volte il premio Andersen. È stata ospite d’onore alla XXXIII Mostra internazionale d’illustrazione per l’infanzia di Sàrmede.